Il labirinto nella nostra mente.

Il labirinto è nella nostra mente
Il labirinto è nella nostra mente

“B. Skinner aveva un gruppo di studenti che avevano svolto una gran mole di ricerche su ratti e labirinti. Un bel giorno qualcuno chiese: ma che differenza c’è tra un ratto e un essere umano?

Gli studiosi decisero di fare un esperimento e costruirono  un enorme labirinto a misura d’uomo.

Presero un gruppo di controllo composto da ratti, ed insegnarono loro ad attraversare un piccolo labirinto per raggiungere un pezzo di formaggio. Poi presero i soggetti umani ed insegnarono loro ad attraversare il labirinto grande per raggiungere un biglietto da 5 $.

Quando confrontarono  i dati non riscontrarono nessuna differenza significativa…. Il dato statistico veramente interessante venne  fuori quando gli sperimentatori svolsero la parte finale dell’esperimento. Tolsero il biglietto da 5$ e il formaggio, e dopo un certo numero di tentativi i ratti smisero di percorrere il labirinto. Gli esseri umani invece non si fermarono affatto… sono ancora laggiù…si insinuano nel laboratorio col favore delle tenebre.”

I topi non si sentono tenuti a proteggere la propria identità difendendo le loro ipotesi e le loro convinzioni. Alcuni (in realtà molti) esseri umani, invece fanno di tutto per difenderle.

Mycounselor Manuela Fogagnolo

Precedente Giardino e Terapia assistita dalle piante Successivo Elaborazione del lutto