Counseling e coaching professioni a confronto

counseling coaching

In questi ultimi anni, caratterizzati da una profonda crisi sociale oltre che economica,  sempre più spesso  le persone si rivolgono a Counselor e Coach.

Il fatto può in parte essere spiegato focalizzando l’attenzione sui bisogni naturali e su quelli emergenti dell’uomo ed in parte sull’evolversi di due professioni che hanno saputo cogliere e riconoscere il potenziale delle persone e credere in loro.

Gli esseri umani hanno bisogno di socialità e vicinanza e, se messi nella condizione di poterlo fare,  si fanno attivi protagonisti del loro benessere in virtù della loro naturale tendenza verso la crescita.

In quest’ottica Counseling e Coaching, professioni che condividono  strategie per la motivazione al cambiamento, si stanno sempre più affermando nella loro unicità;  professioni  fondamentalmente diverse ma allo stesso tempo  unite da radici comuni.

Sorge allora spontaneo chiedersi quali siano i punti di contatto e quali le aree di differenza di questi sistemi professionali che stanno, sempre più, riscontrando ampio successo.

A tale scopo non possiamo prescindere dalle definizioni di entrambe queste risorse per il benessere:

il Counseling si può definire come  uno spazio d’ascolto, una relazione d’aiuto professionale basata sul rispetto, sul riconoscimento dell’altro e sulla congruenza. Ha lo scopo di sviluppare il potenziale delle persone, l’autonomia e la gestione delle risorse per promuovere e aumentare il benessere.

il Coaching è una forma di accompagnamento professionale, un training partner del cambiamento, una guida esperta e motivante che aiuta nell’acquisizione di abilità e competenze. Scopo fondamentale è l’empowerment della persona in campo personale, professionale e sociale.

Tra i due vi sono aree di comunanza ed altre di differenza :

differenze counseling coaching

 

My Counselor Manuela Fogagnolo

Precedente Le emozioni Successivo La musica e le emozioni - ipotesi di counseling