Crea sito

Come aumentare l’autostima:

ecco 10 trucchi ed esercizi pronti all’uso! Avere stima in se stessi è di fondamentale importanza in ogni ambito della vita. La bassa autostima induce a rinunciare a esperienze e opportunità. Una buona stima di sé può essere determinante durante un esame o un colloquio di lavoro ma soprattutto, l’autostima influenza il modo in cui si vivono le relazioni; è per questo che oggi vedremo come aumentare l’autostima.

Quale è l’immagine che avete di voi stessi?
Ognuno di noi ha un’immagine mentale di se stesso. Questa immagine non è immutabile. E’ possibile modificarla proprio come con photoshop si modificano le immagini del profilo! Certo, l’autostima dovrebbe prescindere da tutto, dovremmo imparare a volerci bene incondizionatamente. Senza compromessi… ma talvolta il cambiamento può avvenire da fuori. Iniziamo ad agire, se non riusciamo a vederci con altri occhi, cambiamo d’abito. Come detto in precedenza, l’immagine mentale che abbiamo di noi stessi non è fissa.

Cosa c’è che non va nella vostra immagine mentale del sé?
Una volta ottenuta la risposta a questa domanda, trovate il modo per risolvere questo gap.

La vostra bassa autostima è dettata dal vostro aspetto fisico?
Allora fate qualcosa per migliorarlo. Lo meritate. Curate la vostra persona, se necessario iniziate una dieta e iscrivetevi in palestra. Vestitevi bene e dedicate del tempo alla cura personale. Quando ci si sente meglio fisicamente, ci si sente meglio mentalmente. Con una buona forma fisica si dispone dell’energia necessaria a superare ogni ostacolo. In questo modo, l’esercizio fisico può aiutarci ad aumentare l’autostima.

Purtroppo, talvolta la bassa autostima può essere profondamente radicata. Altre volte la bassa autostima è il risultato di esperienze traumatiche durante l’infanzia: separazione prolungata dalla figura materna, emarginazione, negligenza, abuso emotivo, fisico o sessuale… Se la bassa autostima influenza negativamente la vostra vita, è possibile consultare un professionista: una psicoterapia può aiutare molto.

Ecco i 10 passi che vi abbiamo promesso nel titolo. Prendeteli come esercizi per aumentare la stima in se stessi.

Esercizio #1
Fate tre elenchi, uno contenente i vostri punti di forza. Uno per i vostri successi e uno per le cose che ammirate di voi stessi. Se non riuscite a stilare la lista in quanto la vostra bassa autostima ve lo impedisce, fatevi aiutare da un amico. Conservate la lista in un luogo sicuro e leggetela regolarmente, prima di andare a letto.

Esercizio #2
Adottate un punto di vista positivo individuando dei pensieri funzionali alternativi. Ma alternativi a cosa? Alternativi ai vostri pensieri negativi, quelli che recitano “non faccio mai niente di buono”, “non riuscirò mai a laurearmi”, “nessuno mi ama davvero”… Usate realismo e razionalità!

Esercizio #3
Prestate molta attenzione all’igiene personale. Curate il vostro aspetto, lavate i vostri capelli, curate le unghie, usate il filo interdentale…

Esercizio #4
Indossate abiti ordinati, meglio evitare abbigliamento trasandato.

Esercizio #5
Mangiate buon cibo. Una sana e bilanciata alimentazione può fare la differenza. I pasti sono un momento speciale, spegnete la tv o la radio, sedete a tavola con schiena dritta e organizzate il cibo nel vostro piatto in modo che abbia un aspetto appetibile.

Esercizio #6
L’allenamento fisico è importante, uscite per una passeggiata, andate in bicicletta, iscrivetevi in palestra…

Esercizio #7
Imparate a gestire lo stress e arricchite la vostra giornata con attività piacevoli.

Esercizio #8
Vivere in un ambiente pulito e ordinato può aiutarvi molto, soprattutto se in camera vi sono degli elementi che vi ricordano i vostri successi: il libro di un esame conseguito a pieni voti, una foto significativa…

Esercizio #9
Frequentate amici e parenti, la vita sociale non può fare altro che rafforzare la vostra immagine di sé.

Esercizio #10
Evitate le persone che vi fanno stare male.